• Nel qua­dro di un pro­ces­so, dal 01/01/2008, il Codice di pro­ce­du­ra civile bel­ga pre­vede una inden­ni­tà di pro­ce­du­ra (indem­ni­té de pro­cé­dure [fr]). Si trat­ta di un inter­ven­to for­fet­ta­rio nelle spese e ono­ra­ri dell’avvocato del­la parte che vince.

  • Nell’ambito stra­giu­di­ziale, il cos­to dell’avvocato non è ricu­pe­ra­bile contro l’avversario, sal­vo se esiste un contrat­to pree­sis­tente fra le par­ti opposte che lo pre­vede.

Giudiziale / Stragiudiziale

La dis­tin­zione stra­giu­di­ziale e giu­di­ziale si rife­risce al modo in cui il pro­ble­ma viene trat­ta­to e alla fase in cui la ver­ten­za si tro­va.

Una ver­ten­za è stra­giu­di­ziale quan­do non è (anco­ra) sta­ta por­ta­ta davan­ti ad un giu­dice e cioè in tri­bu­nale per essere deci­sa dal­lo stes­so, ma si tro­va in una fase di trat­ta­tive in cui le per­sone coin­volte dis­cu­to­no tra loro al fine di tro­vare una solu­zione.

È giu­di­ziale, invece, quan­do in rela­zione alla stes­sa pende una cau­sa in tri­bu­nale.

L’attribuzione di ques­ta inden­ni­tà di pro­ce­du­ra è sot­to­pos­ta a diverse condi­zio­ni.

Il Re ha fis­sa­to gli ammon­ti nor­ma­li, mini­ma­li e mas­si­ma­li di ques­ta inden­ni­tà (arrê­té royal du 26 octobre 2007).

In breve, quan­do il valore del­la doman­da è deter­mi­na­bile in dena­ro, l’am­mon­to aumen­ta pro­gres­si­va­mente per tran­cia di valore.

La tabel­la seguente riprende gli ammon­ti indi­ciz­za­ti :

Il giu­dice gode di un lar­go potere per deter­mi­nare se l’in­den­ni­tà è dovu­ta o meno e quan­to sarà dovu­to. Le varia­zio­ni ris­pet­to all’am­mon­to nor­male sono sot­to­poste a condi­zio­ni abbas­tan­za restrit­tive.

Questa inden­ni­tà legale è un for­fait e non ha quin­di lo sco­po di inden­niz­zare la tota­li­tà delle spese e degli ono­ra­ri dell’av­vo­ca­to. Non si trat­ta di una tarif­fa degli ono­ra­ri.